I Lived

DIstrazione

This 2016 is concluding, an year doesn’t come back, 366 days lived and won’t bring again.
In the end of this year I can just say that I LIVED. Yes, I lived every day, every minute, every moment have given to me.
I say THANKS for all this, for the emotions, for a lots place that I visited, for the people that are always  next to me, that decided to go away, that flew to the sky and that appeared like angels to fill up my empty spaces.
I say THANKS to Samantha of 2015 that had courage to leave everything, packed her bags, said “goodbye” to her Sicily, to her Sun, to people that loved her and set off on her journey for England with grey sky.
She was good to take that jump and didn’t fear the fall.
I can only say:
“I did it all
I owned every second
That this world could give
I saw so many places
The things that I did
Yeah, with every broken bone”.

I always believed that everything happens for a reason and for this I don’t wish nothing from 2017.

I hope to live every days and be surprised for everything. If we think the events like the surprises and never like the expectations, we are more happy!
I hope to live as the children, because they can be amazed.
I hope since 2017 that every child on the world can live, be amazed, dream, and not suffer or die.

Why am I writing this?
I don’t know…
Maybe to wish you Happy New Year….
Maybe to think about 2016…
Maybe to believe the live is wonderful, though there are bad days, though we are alone, though there are many men, many women and many children that can just say “We Lived” and not “We’ll Live”.

Busu

Dada SaM

Le piccole cose

Ciao… È un bel po che non scrivo…il tempo qui va troppo veloce ed io sono super impegnata….e le mie giornate sono ricche di sorprese…

La vita può sorprenderci ogni giorno, ogni ora, ogni attimo… Ogni giorno, senza che ce ne accorgano,  siamo colpiti dagli eventi che possono lasciarci delle piccole ferite o possono modificarci nella forma e nell’essere…

La meraviglia di avere quella forza di dire I CAN….si io posso…posso tutto solo se lo voglio dal profondo del cuore ma credo anche se è quello che Lui aveva stabilito per me…

Ognuno di noi ha un libro da scrivere, delle pagine da riempire con gioie e lacrime…un libro personale da arricchire come i diari di scuola, dove oltre ai compiti, erano stracolmi di mille altre cose…disegni, testi di canzoni,  colori, glitter, foto, adesivi,  ricordi…come un diario ci viene donato per riempirlo e non lasciarlo nuovo come il primo giorno…vorrei dire alla fine : Ecco il mio diario, il mio libro, scritto e usato…

Nel mio libro non mancherà questa avventura…vivere lontano dalla mia terra…lontano dalla lingua…lontano dalla vecchia me…lontano dai ricordi…lontano per cominciare…lontano per imparare…lontano per sperimentare…lontano per sorprendermi…lontano per capire e per capirmi…

Auguro anche a te che mi stai leggendo di vivere e di riempire le pagine del tuo diario di ricordi.

Busu

Dada SaMIMG_20160213_212151

In viaggio

 

Buona sera….È un bel po che non scrivo….È passato un po di tempo e tante cose sono cambiate…

Perché questa canzone?

Beh me la sono dedicata giorno 6 gennaio quando con la mia valigia rosa (ovvero la mia panterona) ho salutato la Sicilia, l’Italia,  quella che potevo chiamare casa, per affrontare un viaggio, un cambiamento,  un’avventura.

Mi trovo in Inghilterra in un paese non molto distante da Londra….mi trovo qui per lavore come ragazza alla pari, per imparare la lingua,  per cercare un posto che possa chiamare casa e trovare il mio posto in questo mondo e in questo tempo…

Come tutte le cose nulla avviene per caso anche se si inizia per caso o semplicemente per gioco…. per gioco mi sono iscritta in un sito per trovare lavoro come ragazza alla pari…ed ecco che delle famiglie mi contattano, soprattutto una…foto bellissima ed è amore a prima vista…tutto mi sarei immaginata, ma non di essere scelta e confermata quando mi trovavo in Terra Santa con precisione a Betlemme….

Il mio SÌ mi ha messo in moto….impacchettato tutto….fare una valigia con quello che potrebbe servirmi…comprare il biglietto…e cercare di salutare un po tutti e tutto….

È stato tutto troppo in fretta…tutto pieno di emozioni…tutto un caos…

Ero eccitata ma nello stesso tempo avevo tanta paura….

Eccitata di partire, dell’avventura, di poter dire “anche questo ho fatto”….

Ma paura di lasciare anche quello he non ho più,  una famiglia, degli amici, una casa…

Ad ogni viaggio avevo sempre il biglietto di ritorno, ma questa volta ho fatto solo quello di andata….non so quanto tempo starò via, non so se tornerò,  non so…

Mi trovo qui da quasi 3 settimane e confermo che la famiglia è proprio per me…sto cercando di ambientarmi e di comprendere la lingua. …non è per nulla facile…ma posso farcela…

Spero di fare tesoro di questa esperienza e di avere fantastiche sorprese…

Good luck a me e al mio futuro

Busu Dada SaM

All’alba sorgerò

 

Rieccomi dopo mesi… in questi mesi non ho scritto per mancanza di tempo,  ma anche perché sono stata impegnata con me stessa,  nel continuo conoscersi e nella speranza di un cambiamento…

Il tempo ha continuato ad andare avanti portando con sé dei piccoli segni dentro e fuori di me… mi trovo sempre in Sicilia, in una casa che per ora è stata la casa dei miei vestiti e di quel poco che posseggo…. in questo tempo ho cercato di fermarmi e studiare, di ricambiare l’ospitalità e di curarmi…. in questo tempo ho cercato di capire cosa fosse importante per me e come concludere questo 2015 e iniziare il 2016 con una pagina nuova o cambiare completamente il libro…

Ho scelto questa canzone perché all’alba del 2016 sorgerò….lascerò la mia amata terra e tutti i miei affetti ma soprattutto i miei dolori…dopo un viaggio in Terra Santa, adesso mi preparo per un’esperienza nuova, portando me stessa e soprattutto la volontà di iniziare a studiare una nuova lingua e di accumulare emozioni.

“Ormai la tempesta nel mio cuore irrompe già, non la fermerà la mia volontà”…..Come ha detto qualcuno ho il cuore di ghiaccio ed io voglio questa tempesta….Credo che non sia così, ho cercato di fare di tutto, ma certe cose non dipendono dalla mia volontà…

“Per il mondo la colpa è solo mia. Così non va, non sentirò un altro no”….Da qui il desiderio di andare più lontano possibile e iniziare da zero… nuova città,  nuova famiglia, nuova lingua, nuovi volti. “D’ora in poi lascerò  che il mio cuore mi guidi un po. Scorderò quel che so è da oggi Cambierò”

“A volte è un bene poter scappare un po, può sembrare un salto enorme ma io l’affronterò”. Anche questa nuova sfida della mia vita l’affronterò  e un giorno ne raccoglierò i frutti… forse le cose si sistemerano da sole e con il suo tempo….o le cose cose dovevano rompersi per non esser più sistemate..

“D’ora in poi troverò la mia vera identità e vivrò per sempre in libertà “…. adesso l’unica cosa importante è me stessa.

“Il resto è storia ormai che passa e se ne va”

“Io lo so, si lo so, che come e il sole tramonterò, perché poi l’alba sorgerò….il destino appartiene e a me”.

 

Busu Dada SaM

C’è Tempo

Dicono che c’è un tempo per seminare
e uno che hai voglia ad aspettare
un tempo sognato che viene di notte
e un altro di giorno teso
come un lino a sventolare.

C’è un tempo negato e uno segreto
un tempo distante che è roba degli altri
un momento che era meglio partire
e quella volta che noi due era meglio parlarci.

C’è un tempo perfetto per fare silenzio
guardare il passaggio del sole d’estate
e saper raccontare ai nostri bambini quando
è l’ora muta delle fate.

C’è un giorno che ci siamo perduti
come smarrire un anello in un prato
e c’era tutto un programma futuro
che non abbiamo avverato.

È tempo che sfugge, niente paura
che prima o poi ci riprende
perché c’è tempo, c’è tempo c’è tempo, c’è tempo
per questo mare infinito di gente.

Dio, è proprio tanto che piove
e da un anno non torno
da mezz’ora sono qui arruffato
dentro una sala d’aspetto
di un tram che non viene
non essere gelosa di me
della mia vita
non essere gelosa di me
non essere mai gelosa di me.

C’è un tempo d’aspetto come dicevo
qualcosa di buono che verrà
un attimo fotografato, dipinto, segnato
e quello dopo perduto via
senza nemmeno voler sapere come sarebbe stata
la sua fotografia.

C’è un tempo bellissimo tutto sudato
una stagione ribelle
l’istante in cui scocca l’unica freccia
che arriva alla volta celeste
e trafigge le stelle
è un giorno che tutta la gente
si tende la mano
è il medesimo istante per tutti
che sarà benedetto, io credo
da molto lontano
è il tempo che è finalmente
o quando ci si capisce
un tempo in cui mi vedrai
accanto a te nuovamente
mano alla mano
che buffi saremo
se non ci avranno nemmeno
avvisato.

Dicono che c’è un tempo per seminare
e uno più lungo per aspettare
io dico che c’era un tempo sognato
che bisognava sognare.

 

Buongiorno e buona domenica!

Domenica…il giorno di festa, di tavole e cibo, di compagnia, di famiglia, di relax, di gioia, di confusione, di dolce e salato…..

La mia domenica è  un divano che non è neppure mio…la confusione di una TV che neppure guardo….il dolce di un biscotto inzuppato in una tazza di caffè latte….la gioia di avere la connessione 4G…..la compagnia dei miei pensieri… Una marea di pensieri….pensieri sul passato….di come il tempo passa…di come il tempo cambia…di come il tempo ci cambia…di come il tempo scorre e ci travolge…. di come il tempo ci sfugge…di come il tempo, il tempo……

Mamma mia questo tempo….forse è la cosa più  importante della nostra vita….forse è la cosa di cui siamo padroni….forse è  la cosa che ci fa più  paura….forse la cosa più preziosa che ci è  stata  donata….

Mi sono sempre sentita dire: non arrivi mai in tempo…Perdi tempo…Dai tempo al tempo…Il tempo è  denaro…Sfrutta al meglio il tempo…Ottimizza il tempo…il tempo da risposte…ecc

In questo momento sono ferma…non corro come il tempo, non corro contro il tempo, non mi faccio travolgere dal tempo…ma c’è  comunque un tempo…un tempo che per riflettere sul tempo passato, di come il tempo mi ha portata oggi qui, dei segni che il tempo mi ha lasciato ….segni del tempo vissuto, di tempo sprecato, di tempo sfruttato, di tempo che è  un dono ma anche il più grande tiranno che ci opprime…

Adesso posso dar l ‘impressione che non so come utilizzare questo tempo….sembra che non voglio sciuparlo come i bimbi con il regalo nuovo onon voglio sprecarlo tenendolo nella vetrina…

C’è questo tempo…c’è sempre un tempo, un momento, un istante nella nostra vita per ogni cosa e soprattutto non a caso….non a caso ci succedono certe cose…..

Voglio donarvi questa canzone ma ancor di più questo brano della Bibbia:

 Per tutto c’ è un momento, un tempo per ogni cosa sotto il cielo:

C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
un tempo per la guerra e un tempo per la pace (Qo 3,1-8).

 

Grazie  per il tempo che hai perso per leggere, il tempo che mi hai dedicato, il tempo che mi sei stato vicino….

Busu Dada SaM

 

 

La Notte

Alle 3:30 di notte non potevo che non condividere questa canzone…. come tutte le altre ha un suo perché…il titolo dice tutto visto l’orario…la notte, questa notte dopo una settimana e una giornata soprattutto  intensa, piena di emozioni, delusioni, sofferenze, sorprese e mille coincidenze…

Il dolore che proviamo in certi momenti è davvero tanto e la cosa assurda che continua ad aumentare….Ci sono quei momenti dove tutto è  buio, negativo, notte nella nostra vita…molti pensano che c’è li cerchiamo questi momenti catastrofici…come una partita a domino, fai cadere  una pedina e a catena cadano tutti, rasi al suolo….di conseguenza pensiamo che siamo noi ad essere sbagliati, brutti e cattivi….ma la cosa bella è che non solo lo pensiamo ma c’è chi ce lo dice pure,  anche persone che credevamo amiche, quelle persone che forse ci potessero conoscere davvero….

La notte porta consiglio….

La notte porta ristoro…

La notte porta silenzio….

La notte….rimaniamo soli con noi stessi, la testa va in giro in cercare dei suoi perché….

Questa notte porta in me solo tristezza e dolore….dopo una giornata dove il dolore fisico è  straziante, dove mi sento sempre più  sola, sempre più  incompresa….mi ritrovo sola con me stessa, rifugiandomi nell’illusione che è  un momento, che tutto passerà, che la ruota gira e che per crescere e andare avanti dobbiamo  affrontare delle prove….questa illusione forse mi sta facendo sopravvivere….ma la mia fede invece mi da la forza per lottare… Credo giorno dopo giorno che Nulla avviene per caso…anche adesso, proprio adesso….

Tanti i volti che ho incontrato oggi…gli occhi pieni di tenerezza, di rancore, di rimprovero, di vicinanza,  di circostanza, di affetto, occhi di ogli tipo….ma soprattutto le parole dette ed ascoltate…e quelle più importanti di fine giornata non sono dette ma scritte, dove non c’è  modo di vedersi, guardarsi negli occhi, occhi che spesso dicono più  di mille parole…adesso i miei occhi sono gonfi, pieni di lacrime, forse perché  il dolore posso farlo uscire solo così, per evitare di “intossicarmi” e stare sempre più  male o forse perché non può vederli nessuno….

 

 

 

Mi scoppia la testa…

 

 

 

So solo una cosa: che la vita è davvero strana…

“La vita può allontanarci l’amore poi continuerà”….anche se non ci vediamo, anche se non riusciamo a capirci, ad aiutarci, ad esserci come vorremmo, anche se facciamo mille sbagli, sappiamo che il volersi bene continua ad esserci a prescindere di tutto e di tutti…

“L’amore può allontanarci la vita poi continuerà “….anche se è  un amore viscerale, anche se è  un amore che dura una vita, un volersi bene senza misura, un legame indistruttibile,  può finire ed allontanarci, ma la vita continua, la nostra vita continua….

Ringrazio per gli sguardi incrociati oggi, per tutte le parole che ho ascoltato e letto e soprattutto per questa notte…..

Busu Dada SaM

 

Vincerò

Buona sera…anche se è  un po tardino….al momento ho parecchio tempo, ma non riesco a trovarne un po per raccogliere i miei pensieri e scriverli….giornate davvero intense…ricche di sorprese, di punti interrogativi e di risposte, ma soprattutto di scelte…

Salutare persone che ritornano nel loro mondo…lontano dal paesino siciliano….lontano dalla famiglia …lontano dagli  amici…lontano dalla mentalità soffocante….per sentirsi davvero a casa e trovare un vero posto nel mondo….bisogna davvero preparare le valigie e partire verso una terra straniera, lontano, soli, senza nulla, si riesce per trovare una dimensione e vincere…..

Trovarsi a fare due chiacchiere con amiche storiche, con la quale sono cresciuta, ma che mi sento diversa è forse anche di un’altra epoca….vederci così  cresciute, ormai adulte, ad affrontare certe scelte, di partire,  di convivere, di progettare e di abbandonare…

Pensare chi è davvero al mio fianco e chi si è allontanato parlando male…chi sarà  con me, chi mi aiutare,  chi mi sprone,  chi mi incoraggia,  chi starà in silenzio ad ascoltarmi…

Organizzare, pianificare il futuro…..Partire,  muovermi, buttarmi… per trovare un lavoro…per trovare il mio posto nel  mondo, la mia dimensione,  la mia casa…

Sentire una persona e capire di aver lasciato un segno, di trovarmi nel suo cuore e nelle sue  preghiere, di sapere che ho lavorato bene a prescindere le cattiverie e al male subito…..

Tutto questo e tanto altro in due giorni fa pensare….ad aiutarmi anche questa canzone di Annalisa….”questo brano è una sorta di inno alla grinta, alla serenità ed al coraggio, quel coraggio di prendere decisioni che inizialmente sembrano errate, che sembra portino dritti alla sconfitta, mentre in realtà si rivelano l’inizio del cammino verso il trionfo”….

Nella vita, nel cammino di chiunque, ci troviamo a prendere delle strade, fare delle scelte, rinunciare a qualcosa e qualcuno….a volte ci si sbaglia, altre ci si prende un abbaglio, ma l’importe secondo me è buttarsi, andare, lottare, cambiare, resistere, vincere….la medaglia che riceveremo alla linea del traguardo immagino che sarà la consapevolezza di aver vissuto, di aver partecipato e dinon essere uno spettatore passivo….

Questi miei pensieri alle 2 di notte possono essere come lo sparo della pistola per i corridori sulla linea di partenza….

Busu Dada SaM

Mi ricorderò
Di proteggermi
se paura avrò
di confondermi
so già cosa mi dirai
non mi riconoscerai
ora tocco in fondo e poi
torno a casa

Brillerò troverò
Uno spazio per me
Voglio farmi male
Resistere
Cambierò sceglierò
uno spazio per me
dove posso urlare
vincere

Non so più cos’è
che mi lega a te
te lo dico ancora
una volta sola
niente resta come è
c’è un’evoluzione in me
e vado fino in fondo
torno a casa

Brillerò troverò
Uno spazio per me
Voglio farmi male
Resistere
Cambierò sceglierò
uno spazio per me
dove posso urlare
vincere

Ogni vita vissuta vale
ogni giorno che nasce è un bene
da ogni ferita rientra la luce
ti risvegli e non fa più male
ed è il segno che puoi cambiare
rinascere
per vincere

Brillerò troverò
Uno spazio per me
Voglio farmi male
Resistere
Cambierò sceglierò
uno spazio per me
dove posso urlare
vincere

Brillerò
Cambierò
Vincerò

 

Lieto fine

Buongiorno  a chi mi dedica 5 minuti per leggere il primo post di settembre…

Eccomi qui a tirare le somme, ad aiutarmi questa canzone…inoltre, come dico sempre, nulla avviene per caso, un incontro, una parola, un saluto e un non saluto, un regalo…tutto ha ed avrà  un senso…mi ritrovo oggi un po devastata da ieri….giornata intensa dopo una notte un po strana. …perché ritrovarsi nel cuore della notte senza fiato, svegliarsi in mezzo al letto con la tachicardia e la paura, ma la cosa più strana è  trovarsi in quel letto, in quella strana stanza, sembra uno strano scherzo del destino….

Una giornata insieme ad un amico, un parente, un amico, che forse più di tutti mi conosce e sa cosa sarà  importante  per me…una giornata insieme ad un’amica storica, che è rimasta forse dove l’ho lasciata,  che sarà  sempre lì mentre il mondo gira e il tempo scorre….una giornata ad aiutare un amico, forse sono due gli amici che sto aiutando…una giornata che mi ha shockata l’azione e la reazione di chi è  “più  grande”, di chi è  il “capo”, di chi ha “il coltello dalla parte del manico”…. di una giornata  conclusasi con una nuova amica, una nuova compagnia, una nuova strana situazione…..una giornata che mi ha lasciato il segno, ma ancor di più  un dono…il dono più  Bello che potessi avere….il dono di Radul,  un bimbo del Bangladesh che mi ha cambiato, mi ha fatto sorridere, mi ha fatto riflettere…

Una sola giornata dove non vedevo inizialmente speranza, amore, gloria ma soprattutto  un lieto fine, mi ha regalato una chiave…. si una chiave per aprire forse un qualcosa o per chiudere qualcos’altro….forse la chiave di lettura per leggere quello che mi circonda e quello che vivo….una semplice chiave….

Auguro a tutti voi di vivere anche in una sola giornata tutto questo…..iniziare in un modo strano….di toccare l ‘assurdo e la cattiveria della gente….di trovare gli amici di una vita e di trovarne di nuovi…di sapere che c’è qualcuno che ti conosce davvero e chi non ha mai capito un cazzo….di incotrare un bimbo per caso, sulla strana che percorri che di regala una piccolissima chiave e regalare il lieto fine…..

Busu Dada SaM

IMG_20150902_151444

Questo è il modo in cui mi hai lasciato
non sto fingendo, senza speranza
senza amore, senza gloria
senza lieto fine.
questo è il modo in cui amiamo
come se fosse per sempre
poi viviamo il resto della nostra vita
ma non assieme.

mi sono svegliato al mattino
inciampando nella mia vita
non si può ottenere amore senza sacrificio
se qualcosa dovesse accadere
immagino che ti augurerò il meglio
attimi di Paradiso ma con un pò di Inferno

questa è la storia più difficile
che abbia mai raccontato
senza speranza
senza amore, senza gloria
un lieto fine che si è protratto
mi sento come se avessi sprecato tempo
e come se mi fossi sprecato io ogni giorno

questo è il modo in cui mi hai lasciato
non sto fingendo, senza speranza
senza amore, senza gloria
senza lieto fine.
questo è il modo in cui amiamo
come se fosse per sempre
poi viviamo il resto della nostra vita
ma non assieme.

due del mattino, ho qualcosa in mente
non riesco a riposare, cammino in giro
se faccio finta che niente sia andato male
posso tornare a dormire
potrei pensare che abbiamo voltato pagina

questa è la storia più difficile
che abbia mai raccontato
senza speranza
senza amore, senza gloria
un lieto fine che si è protratto
mi sento come se avessi sprecato tempo
e come se mi fossi sprecato io ogni giorno

questo è il modo in cui mi hai lasciato
non sto fingendo, senza speranza
senza amore, senza gloria
senza lieto fine.
questo è il modo in cui amiamo
come se fosse per sempre
poi viviamo il resto della nostra vita
ma non assieme.

un pò d’amore…

questo è il modo in cui mi hai lasciato
non sto fingendo, senza speranza
senza amore, senza gloria
senza lieto fine.
questo è il modo in cui amiamo
come se fosse per sempre
poi viviamo il resto della nostra vita
ma non assieme. (x2)

questo è il modo in cui mi hai lasciato
non sto fingendo, senza speranza
senza amore, senza gloria
senza lieto fine.

L’estate addosso

L’estate addosso
un anno è già passato
la spiaggia si è ristretta ancora un metro
le mareggiate
le code di balena
il cielo senza luna

L’estate addosso
il gesso ad un braccio rotto
la voglia di tuffarsi
guardando entrare in acqua tutti gli altri
ma lei mi ha visto che sono qui da solo
e forse parlerà con me

Canzoni estive
minacce radioattive
distanti come un viaggio in moto in due
fino ad un locale aperto fino all’alba
ricordo di un futuro già vissuto da qualcuno

Prima che il vento ci porti via tutto
e che settembre ci porti una strana felicità
pensando a cieli infuocati e a brevi amori infiniti
respira questa libertà

L’estate è la libertà
L’estate addosso bellissima e crudele,
le stelle se le guardi non vogliono cadere,
l’anello è sulla spiaggia tra un mare di lattine
la protezione zero spalmata sopra il cuore

L’estate addosso, come un vestito rosso,
la musica che soffia via da un bar,
cucurucu paloma, l’amore di una sera,
gli amici di una vita, la maglia dei mondiali scolorita.

Prima che il vento ci porti via tutto
e che settembre ci porti una strana felicità
pensando a cieli infuocati e a brevi amori infiniti
respira questa libertà

L’estate è la libertà

L’estate addosso, un anno è già passato,
vietato non innamorarsi ancora,
saluti dallo spazio, le fragole maturano anche qua.

Respira questa libertà!
L’estate è la libertà.

L’estate è la libertà.

Eccoci alla fine dell’estate…domani è  già settembre…settembre il mese per raccogliere, il mese delle conserve, il mese per ripartire, il mese per cominciare, il mese per imparare, il mese per scommettere, il mese delle prove….È  già  passato un anno dallo scorso settembre, e mi ritrovo a ripartire da zero….qualcuno mi ha detto che parto da una situazione  diversa, qualcuno mi mette in guardia per non ripetere gli stessi errori, qualcuno mi dice di ritornare sui miei passi, qualcuno mi incoraggia a buttarmi, qualcuno non c’è più  e non dice la sua…. domani è  già  settembre ed il tempo per programmare, di tirare le somme, di dare una “mossa” o meglio di fare la mossa vincente…. per partire bisogna capire dove andare e cosa fare…

L’estate 2015 è  finita portandosi dietro una marea di cose ma nello stesso averci regalato altrettantante cose…ogni piccolo secondo mi ha cambiata e dopo un anno posso dire che sono diversa?….diversa è  la mia casa…diversa è  la compagnia…diversa è  la prospettiva…diversi sono i miei sogni…diverse le prospettive…ma la cosa che non è  cambiato sono io…

Sono la ragazza di sempre…la ragazza con la valigia…la ragazza che ama ed ha bisogno di amore…la ragazza che crede che è  più importante essere che avere ed apparire…la ragazza segnata da cicatrici che le ricordano ogni istante il passato per affrontate il futuro…la ragazza segnata dal tempo perché  ha vissuto e non è rimasta a guardare….

“Prima che il vento ci porti via tutto
e che settembre ci porti una strana felicità
pensando a cieli infuocati e a brevi amori infiniti
respira questa libertà….L’estate è la libertà”

Questo è  quello che mi ha donato quest’estate: la libertà….la libertà  dal caos per ritrovarmi, per ascoltarmi, per capirmi, per iniziare un altro anno….

Spero che anche a te che mi stai leggendo quest’estate addosso non ti ha soffocato, sfissiato, ustionato, ma fatto respirare aria di libertà….

Busu Dada SaM

Sulla mia strada

Buongiorno!

Dopo l’intensa giornata di ieri durata oltre 24 ore non potevo che scrivere…anche se non ho capito chi davvero legge le mie storie e che idea si stia facendo di me…

Detto questo e ritornando sul motivo di questo blog, voglio  solo condividere pensieri, parole, musica,  immagini,  ecc… per sfogarmi, per raccontare, ma soprattutto  perché credo che Nulla avviene per caso… 

Siamo viaggiatori in questa vita, con la nostra valigia piena di cianfrusaglie, ma anche di 4 farfalle più  dure a morire…. siamo viaggiatori soli alla scoperta del mondo, ma soprattutto  soli nella ricerca di noi stessi… siamo viaggiatori,  siamo essere umani coraggiosi a vivere, ad affrontare soli, nudi e fragili il falso mondo che ci circonda…siamo viaggiatori che facciamo soste per riposarci, prendere le forze, rigenerare….siamo viaggiatori che scattiamo,  corriamo, saliamo la montagna e scendiamo giù  dalla cascata….siamo viaggiatori segnati dal tempo, dalle avventure quotidiani, dai volti che incontriamo e ci scontriamo lungo la strada… viaggiatori che forse non sappiamo la metà,  non abbiamo  una guida, una cartina, nessun indicazione o cartelli stradali che possono annunciare un pericolo,  un divieto, un via libera… siamo semplici viaggiatori nel meraviglioso viaggio che si chiama vita…

Raccontare il mio viaggio, la mia vita potrà darmi delle risposte,  ma credo che l’esperienza non sia solo la mia maestra, ma potrà  essere maestra per qualche altro viaggiatore, un essere umano come me, che vive, pensa, desidera, teme, ecc le mie stesse cose….

Coincidenza questa canzone del  grande Ligabue

 

Sulla mia strada, sulla strada di chiunque, troviamo sempre gente che ci giudica e che ci vuole come ci vuole… vuole la persona conosciuta anni prima…vuole vederci ridere e in lacrime, felici e sfigati, giudiziosi e maliziosi, dolci e maliziosi, forti e deboli, teneri e grintosi, superficiali e riflessivi, silenziosi e chiacchieroni, maturi e bambini… e così  via…la gente ci vuole forse diversi da come si appare…

Da questa canzone le domanda: dimmi come ti vogliono? Dimmi tu come ti vuoi?

Belle domande….la risposta? “Sono vivo abbastanza, comunque vada, sempre sulla mia strada“…. con la mia vera faccia, con la mia coerenza, con i mie valori, con la fiducia a quella mano amica….

Busu Dada SaM